Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais Pagina in lingua inglese Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

MagnifiCat!


Da Mozart a Rossini, da Satie a Ravel, fino a Scarlatti:

il primo CD interamente dedicato
al grande repertorio lirico
in omaggio ai gatti.


In più una sorpresa inedita!


I gatti, con il loro affascinante carattere, hanno da sempre ispirato musicisti di tutte le epoche a comporre arie e canzoni. Traendo spunto da questi brani che riflettono l’amore e l’interesse per i mici, l’Associazione Atelier Gluck Arte ha organizzato, lo scorso 17 febbraio 2008, giornata mondiale del gatto, una serata musicale interamente dedicata a loro, con un concerto dal singolare programma che è oggi diventato un simpatico CD.

Parte del ricavato andrà in beneficenza alla nostra Associazione e ringraziamo l’Associazione Atelier Gluck Arte non solo per il sostegno ma anche per averci coinvolti nel veicolare questo interessante, quanto divertente CD musicale. Siamo sicuri che i brani scelti potranno rappresentare un regalo particolare incontrando il favore di estimatori grandi, piccini e… felini!

Il programma si apre con la bellissima Fuga del gatto di Domenico Scarlatti, sonata in sol maggiore per clavicembalo di notevole difficoltà e stranamente dissonate nella sua struttura tematica, tanto da convincere qualcuno che quel pezzo sia stato ispirato al compositore dall’accidentale passaggio di un gatto sulla tastiera del suo strumento! Segue poi l’espressione del genio di Wolfgang Amadeus Mozart, che fa miagolare la sua gatta canterina nel divertente duetto “Nun liebes Weibchen” scritto per l’opera dell’amico Emanuel Schikaneder “La pietra del mago”: Lubano torna a casa e trova la moglie trasformata in una gatta... non sapendo che fare si metterà a miagolare con lei! Gioachino Rossini ci regala i due gatti cantanti più famosi del pentagramma: c’è chi dice che il pezzo non sia frutto del genio di Pesaro, chi dice che invece l’abbia composto ascoltando due gatti che litigavano, quel che è certo è che si tratta di un duetto divertentissimo, che dimostra anche una certa conoscenza dello spirito sagace dei mici. Maurice Ravel, lui sì grande giocoliere delle note nella sua opera “L’enfant et les sortilèges”, ci porta invece nel mondo incantato e un pò etereo di due gatti che miagolano alla luna: miagolano, miagolano, urlano, urlano, sempre più forte, sempre più forte. C’è anche quell’abile pittore di parole e note che è Erik Satie, autore raffinato e un pò umoristico della simpatica “Chanson du chat”. Alla fine arrivano poi quattro voci in canone che descrivono, su musica popolare e anonima, il micio di una portinaia che passeggia su una grondaia.

Voci soliste impegnate nei duetti sono Louise Tschabuschnig (mezzosoprano) e Achille Bigli (basso). Shin Eun Hye (soprano) e Edoardo Francesconi (tenore) si aggiungono miagolando nel canone a quattro voci. Al pianoforte Loris Peverada.

Chiude il programma di questo singolare “concerto in miao” la canzone inedita “Il mio gatto”, scritta e interpretata da Laura Susan e da uno speciale coro di 20 micini cantanti diretto da Roberto Conte. I 20 bambini che formano il coretto sono impegnati in un simpatico contrappunto miagolante che accompagna il racconto di un gatto davvero speciale!

Chiunque volesse comprare il CD al costo di 10 euro (più 6,27 euro per spese di spedizione in contrassegno) può ordinarlo scrivendo a: info@animalipersieritrovati.org.