Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais This page is NOT available in English Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

Happy End 2017 >Dylan



| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |


DylanÈ scappato di casa alle prime luci del giorno dal giardino di casa, approfittando in un nano secondo di un cancello lasciato aperto da un vicino. La sua mamma umana si è precipitata in strada con il pigiama chiedendo ai netturbini se avevano visto in che direzione era andato il cucciolone. Niente. Disperazione subito alle stelle, famiglia intera subito in strada per cercarlo ma nulla.

Nel giro di pochi minuti viene giù il diluvio e piove per ore, anzi di più, per due giorni interi. Le ricerche continuano sotto la pioggia. Mamma, padre e figlia cercano e chiamano sotto la pioggia. Ci dicono che una mezz’ora dopo essere scappato, una signora lo aveva trovato e allontanato dal suo box, credendolo un randagio, perché doveva chiuderlo, lasciandolo sotto la pioggia. Facciamo partire subito annunci sul web ovunque. Arrivano alcune segnalazioni. Corriamo sul posto per ognuna di esse ma per  7 giorni nulla.

Molto spesso le persone segnalavano un cagnolino che somigliava tanto a Dylan e che girovagava nel paese, altre volte, ci segnalavano la sua presenza a circa tre km da casa... ma non riuscivamo mai a beccare il cane segnalato. Fino alla mattina del settimo giorno. Arrivano due telefonate. Due segnalazioni. La famiglia si divide... una delle due segnalazioni era giusta!

Mio padre arriva sul posto in auto... e lo vede camminare sul ciglio della strada zoppicando leggermente. Ferma l’auto in mezzo alla strada, apre la portiera e lo chiama a squarciagola:  “DYLAN“! Il piccolo alza la testa e con un salto è in auto  a piagnucolare, leccare, saltare, abbaiare, mio padre piange, il cane a modo suo anche.

Arriva a casa e Dylan inizia ad abbaiare come un pazzo già dall’inizio della stradina di casa e quando scende dall’auto con un balzo salta addosso a mia madre che piange come una bambina. Il cane salta ovunque, sui tavoli, sulle sedie, sul divano e da quando si è calmato non fa altro che “abbracciare” mia madre e starle attaccato.

La casa ha ripreso vita con il Suo ritorno. Si era tutto spento quando è sparito. Sembravamo caduti in un incubo senza fine... ma grazie a chi non si è voltato dall’altra parte ne siamo usciti e finalmente respiriamo di nuovo!

Antonella, Dylan e Famiglia – Piano di Sorrento (NA), 22 Novembre 2017





| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |





 

Uso consentito su autorizzazione di: www.animalipersieritrovati.org