Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais This page is NOT available in English Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

Happy End 2005 > Grisù



| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |


Foto di Grisù

Grisù è una gatta molto speciale (lo so lo sono tutti i gatti).

Lei è arrivata in un momento molto drammatico della nostra vita, segnato da 3 lutti gravissimi che ci avevano lasciato senza più parole, senza più emozioni.

Grisù ha fatto si che tutti noi le ritrovassimo, le parole e le emozioni, con l'arroganza tipica che hanno i cuccioli, con i suoi giochi di preda e predatrice che era impossibile ignorare.

Da ben 2 anni lei ci segue nei fine settimana al mare sulla nostra barchetta.

È diventata una bravissima marinaia e una grande pescatrice insieme a mio marito. È un pò un'attrazione vederla all'opera e ci siamo resi conto che al porto di Loano è molto conosciuta; non scende mai dalla barca, al massimo si concede una piccola ispezione sulla barca del vicino.

Tutto bene fino a venerdì 3 giugno quando al ritorno dal caffè serale verso le 22,00 non la troviamo più. Cominciamo la ricerca in maniera tranquilla: per Grisù, infatti, è una consuetudine giocosa quella di nascondersi nei gavoni della barca.

Passiamo al settaccio ogni anfratto, ma niente: lei non c'è.

Ci confortiamo pensando che non sarebbe potuta scendere dalla barca perchè la passerella era alzata: ma lei ugualmente non si trova. Inizia il panico.

Cominciamo le ricerche in acqua, ispezionando il mare circostante con la torcia elettrica; ricordiamo, infatti, di una volta in cui era caduta in mare, in cui meravigliati avevamo scoperto della capacità dei gatti di nuotare, seppur a malincuore.

Non si muove nulla: Grisù non c'è.

A quel punto già un pò più nervosi proviamo ad ispezionare la barca del vicino che per fortuna è aperta ma per sfortuna ha la passerella abbassata...

Niente lei non c'è.

Cominciamo a cercarla nel porto, sulla banchina, nel cantiere lì vicino, non c'è.

Andiamo avanti per molto tempo e poi sospendiamo le ricerche per riprenderle alle sei del mattino del sabato. Primo errore... i gatti è meglio cercarli di notte... adesso lo so.

Sabato passiamo la giornata intera a cercarla, avvisando tutte le persone possibili della sparizione di Grisù: vicini di barca, i negozianti, i marinai, i pescatori... niente lei non c'è più.

La mia disperazione arriva alle stelle, incominciano le lacrime... "è persa non la troviamo più... è annegata... me l'hanno rubata, era troppo bella" (notare il verbo al passato).

Domenica purtroppo dobbiamo tornare a casa, lunedì si lavora; torniamo a casa senza Grisù. Il viaggio di ritorno è tristissimo, con un'angoscia profonda dentro di me per averla abbandonata e per non aver fatto di più per cercarla.

La casa è vuota, le lacrime sono continue ed incessanti... accendo immediatamente il computer e comincio a cercare. Incomincio con l'Enpa e metto un annuncio di smarrimento ma sono troppo agitata e non riesco nemmeno ad usare il mouse, allora prendo nota dei vari siti e rimando il tutto a lunedì.

Lunedì mattina incomincio chiamando tutti i veterinari di Loano, che ringrazio in questa occasione per la loro comprensione e disponibilità, lascio a tutti il mio numero di telefono. Chiamo anche i negozi di animali, anche qui gentilissimi ma purtroppo non sanno darmi notizie. Allora riprovo con internet e metto annunci e foto in ogni sito che trovo ma non sono ancora soddisfatta, so che posso fare qualcosa di più... vedo ad un certo punto una pubblicità di prodotti per animali... fino a che non trovo il sito magico: www.animalipersieritrovati.org.

Mi ci butto letteralmente e comincio a leggere tutto dalla prima all'ultima riga, inserisco l'annuncio, sbaglio naturalmente, dovrò reinserilo al mercoledì e scarico i volantini e comincia l'opera di composizione del volantino.

Intanto i giorni passano e pure le notti insonni a pensare dove sarà, sarà viva, cosa mangia!!! Lo so è solo un gatto ma io ho perso molto di più di un gatto e non mi do pace e nemmeno mio marito che finge spudoratamente ottimismo per darmi forza ma che in realtà la cerca con gli occhi in ogni angolo della casa. Tutti gli amici telefonano chiedendo notizie di Grisù, alcuni mi confessano solo dopo che non osavano telefonarmi.

Non importa perchè chiunque ha un animale ci ha capito e confortato.

Giovedì sera verso le 22.00 ricevo una telefonata dalla gentilissima ideatrice del meraviglioso sito "animali persi e ritrovati", mi chiede conferma della sparizione, mi chiede come è sparita e mi sprona letteralmente ad un vero ottimismo, mi da consigli che si riveleranno preziosissimi su come e dove cercare il gatto e mi dice di inseguire la fortuna e di non essere disfattista.

All'improvviso incomincio a parlare al presente, completo e stampo 200 volantini e finalmente arriva venerdì ore 20.30: si riparte per Loano. I 235 km. che ci separano volano e non ci accorgiamo nemmeno del viaggio. Arriviamo al porto, sono talmente convinta di trovarla che quasi quasi ci rimango male di non averla trovata vicino alla barca. In ogni caso apriamo la barca, depositiamo le borse, e partiamo con il nastro adesivo e i volantini. Li attacchiamo ovunque, seguendo i consigli dell'Associazione ed attacca-attacca-attacca arriviamo alla postazione dei marinai che purtroppo non hanno visto niente. Ma uno di loro si ricorda di qualcuno che ha visto un gatto incastrato nel pontile: sono ottimista, possiamo farcela. Almeno non è annegata.

Attraversando stradine e viottoli in prossimità del porticciolo chiamo Grisù continuamente, e intanto attacchiamo i volantini. Li appendo anche sulle vetrine dei negozi del porto.

Ad un tratto vedo un finestra seminascosta in un muro, mi dirigo con improvvisa urgenza e dico a mio marito... bel buco per nascondersi... chiamo "GRISÙ" con tutto il fiato che ho, ma niente; la richiamo: "GRISUUÙ" e si sente "MIAAAOOOO" che significa "SONO QUIIII, MA HO PAURA... SEI TU???"

Ricomincio a chiamare con il cuore a mille, aumentano i miagolii ma lei non si fa vedere. All'improvviso compare da dietro la grata un musetto... è lei... abbraccio mio marito la chiamo ancora e la incoraggio: "SONO IO; VIENI TESORO; MA NON AVERE PIÙ PAURA: TI RIPORTO A CASA"... alla fine Grisù esce, è proprio lei, sporca e magra ma viva. Dopo qualche minuto ancora riesco ad avvicinarla, la prendo in braccio e la porto di corsa sulla barca. Ha tanta sete beve con non mai ma dimostra subito una grande felicità facendo le fusa che continuerà a fare per tutta la notte.

Il dopo potete immaginarlo, ci sentiamo molto fortunati ad averla ritrovata e riportata a casa. E, nell'epilogo di questa storia a lieto fine, ci riteniamo altrettanto fortunati perchè in questa storia hanno camminato con noi tante persone comprensive e solidali. Ma soprattutto il Team di Animali Persi e Ritrovati che con i suoi preziosissimi consigli ha saputo prima di tutto infonderci fiducia e ottimismo e in secondo luogo ha saputo indirizzare le nostre ricerche con metodo.

Grazie di cuore.

Antonella, Vincenzo, Grisù - Besnate (VA), 16 luglio 2005





| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |





 

Uso consentito su autorizzazione di: www.animalipersieritrovati.org