Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais This page is NOT available in English Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

Happy End 2005 > Johnny



| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |


Non so come ho scoperto di avere questa passione che mi ha spinto verso i cani nudi, si avete compreso bene, i cani che non hanno peli, ma pelle, alcuni una pelle più dura e corazzata, altri più morbida e setosa... ma comunque cani delicati, con un carattere adorabile, che hanno necessitÓ di creme idratanti durante l'inverno e creme a protezione totale durante l'estate... anche se immancabilmente, malgrado io mi spalmi di quella crema scurissima e senza protezione, loro diventano sempre più abbronzati di me...

...Tra i vari cani nudi, visto che non riuscivo a trovare in Italia la razza messicana che desideravo, ho optato per un cane nudo ma con una folta criniera, con pelo sulle zampe, e coda, di taglia piccola, perchè non supera i 5,5 kg: il Chinese Crested Dog...
La mia prima piccolina l'andai a prendere a Vienna, quando mio marito la vide, e vide l'allevatrice, solo per un filo non si portava a casa l'allevatrice... una bonazza alta e bionda... la mia cagnolina invece, nera e piccolissima, era una delle cose più tenere che avessi mai visto in vita mia...

Ero così affascinata da lei che non mi rendevo conto nemmeno di come mio marito guardasse schifato la mia Barbie e quanto ammirato l'allevatrice... poco importava in quel momento... Barbie era uno scricchiolino nudo, a cui misi subito un bel pile colorato, mentre lei microba, faceva il diavolo a 4.

Tornata in Italia, la presentai agli altri 4 zampe... ormai non potevo più dividere le categorie in figli pelosi e no... perchè il mio figlio, il più grande è diventato peloso, e Barbie non ha peli...

L'inserimento andò bene, anche perchè secondo me i miei cani sentendosi amati, sono felici della loro condizione, e anche se sono tanti, non hanno quasi mai discussioni...

Beh ogni tanto, ma tanta scena e niente arrosto... D'altra parte qualche scaramuccia accade anche nelle migliori famiglie!!!!!!!

Nel frattempo avevo sterilizzato Barbie, in quanto proprio non era nelle mie intenzioni farle fare dei cuccioli, e lei cresceva felice... cresceva... insomma è rimasta 2,5 kg... taglia Chihuahua nudo!!!!!!

In primavera, così come sbocciano le rose, ho saputo che era nata una cucciolata di "Cinesini" in Italia... gli americani dicono che i Chinese sono come le ciliegie, una tira l'altra... e ancora una volta mi lasciai accalappiare da un maschietto Gerry, me lo andai a prendere con il treno, e anche lui divenne parte della famiglia, in paragone a Barbie è un gigante, perchè lui è troppo grande, ma non importa...ovviamente la cucciolata non era formata solo da Gerry, ma anche da altri cuccioli, di cui qualcuno peloso... nascono anche pelosi nella stessa cucciolata, e sembrano dei pelosotti tipo Maltesi ma di colori più svariati, non so se è vero, o se è una leggenda, ma dicono che i fratellini pelosi nascano per tenere caldo ai nudi...

Tra i fratellini del mio Gerry ce n'era uno tutto scuro, con pochissimo pelo e di misure più contenute, che era stato promesso ad un'altra signora, che però per non so quali problemi, in quel momento non poteva prenderlo...

Il tempo passava, Johnny così si chiamava il fratellino di Gerry cresceva, e la persona che lo doveva prendere rimandava sempre... A quel punto, l'allevatrice voleva sistemare Johnny, così visto che sembrava che quel piccolino desse fastidio a tutti, mi offrii di tenerlo per un po', sino a che i "problemi" della signora che lo doveva prendere non fossero finiti...

Questo accadeva a Novembre, a Marzo Johnny era ancora con me, e tra l'altro aveva fatto il furbo con un cagnolino più piccolo di lui, e sottometteva sempre il povero Gerry, che pur essendo grande e grosso si prostrava ai voleri di quel fratello un po' tiranno...

Vedendo ciò, mio marito e i miei figli si infuriarono dicendomi che per far fare i comodi agli altri avrei fatto accadere un pasticcio in casa nostra.

Forse era vero... mi attaccai al telefono, e arrabbiandomi, supplicandola, davvero con il cuore in mano chiesi alla signora di prendersi Johnny, perchè mi dava dei problemi con gli altri miei cani... Ero pronta a portarglielo di persona, anche se io abito al Nord e lei al Sud...

Ma lei mi rispose che era meglio darlo in adozione perchè lei non poteva proprio prenderlo... Giuro che se mi avesse dato un ceffone lo avrei incassato meglio...

Parlai con mio marito, giurai che gli avrei fatto fare un corso di obbedience ma che per favore me lo facesse tenere... Era giÓ passato in due famiglie, non potevo e non volevo fargli provare un'altra delusione...

Ma la signora che non lo voleva mi disse che mi aveva procurato giÓ troppi guai e che il cane era suo e lei poteva farne quello che voleva...(altro schiaffone per me)... e lei voleva farlo adottare... Johnny aveva 10 mesi...

Misi un annuncio su una lista italiana che si occupava di questa razza in particolare...

Come inviai la mia richiesta di adozione, la proprietaria della lista mi rispose subito di mandarle delle foto in quanto lei che li amava così tanto era intenzionata a prenderlo...

Non ero felice, perchè penso sempre con molta presunzione che i cani meglio che con me non stanno con nessuno ma quantomeno avevo trovato una persona estimatrice di questa razza, così poco diffusa nel nostro paese, che conosceva la loro delicatezza e il loro carattere. Dopo 2 giorni mia figlia di 16 anni, Johnny con una maglietta verde con su scritto "QUESTO CANE VALE ORO 24 KT" siamo partiti alla volta della regione della nuova mamma di Johnny, vedendola non mi ha fatto un'impressione pazzesca, ma mi dissi che come al solito ero esagerata...

Lei mi parlò un sacco di questa razza, che voleva fare tante cose per farli conoscere, che sapeva tutto su di loro, che aveva una bella casa con giardino (non era vero!), ed altri 2 Cinesini...

Alla fine ci ho creduto, mi sembrava perfetta, mi disse che se lo sarebbe portato in ufficio con lei, ed io ribattei che noi avremmo girato un po' di ore nella sua cittÓ che mia figlia non conosceva, in modo che qualunque cosa o problema lei avesse avuto con Johnny, io ero in zona.

Quando vidi che lui le diede una leccatina sul naso, mi sentii davvero tranquilla, mi firmò i fogli di adozione che tutelavano Johnny e li lasciai andare con un groppo alla gola che non andava nè su, nè giù...

Alla sera ritornata a casa, e non avendo avuto le notizie che aveva promesso di darmi, fui io a chiamarla... Johnny al pomeriggio le era scappato, lei non lo aveva portato in ufficio come io avevo inteso, ma lo aveva lasciato chiuso in auto, SOTTO l'UFFICIO, quando era andata a controllarlo, lui non conoscendola era scappato come una scheggia, lei non era stata in grado di prenderlo, ma purtroppo neppure di chiamarmi... Ed io ero ancora lÓ a girare con mia figlia...

Da li è cominciata un'odissea, primo per fare capire alle persone che io non ero quella che avevo abbandonato Johnny... ma che i motivi erano altri.

A questo punto tutti mi hanno aiutata a cercarlo, il Team di di Animali Persi e ritrovati mi ha dato tanti validissimi consigli e noi ogni giorno scendevamo ad attaccare manifesti e a chiamare per i campi, persino persone del posto si sono fatte in quattro per lui,

Persone che tutt'ora sono rimaste amiche, l'unica che non mi ha aiutata, anzi ha fatto proprio finta di nulla, è stata proprio la persona a cui lo avevo affidato...

Anche la signora che lo doveva prendere, mi ha aiutato tramite internet a diffondere la notizia... ma di Johnny neanche l'ombra...

Era domenica, era passata una settimana, squilla il telefono, è un ragazzo che aveva visto il volantino di Johnny e mi diceva che lo aveva nel campo davanti a casa sua, ma che non si faceva prendere... Gli dissi di prendere un lenzuolo e di provare a buttarglielo addosso... e con questa astuzia Johnny ebbe salva la vita...

Un cane così delicato, dopo una settimana di randagismo si era ridotto a uno scheletrino, ma io lo vedevo BELLISSIMO...

Feci il viaggio di ritorno sino a casa piangendo e giurando che a costo di andare in prigione per appropriamento indebito, Johnny non si sarebbe mai più mosso da casa mia...

E così è stato, l'esperienza negativa a lui ha ammorbidito il carattere, e non fa più il bulletto con gli altri ed io, senza andare in prigione, ho potuto tranquillamente tenerlo, anche perchè una volta ritrovato, NESSUNO, se non io, lo voleva di nuovo più.

Antonella e Johnny - Alessandria, 30 dicembre 2005





| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |





 

Uso consentito su autorizzazione di: www.animalipersieritrovati.org