Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais This page is NOT available in English Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

Happy End 2005 > Olivia



| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |


Foto di Olivia

Gentili amici di Animali Persi e Ritrovati, vi volevo far sapere che Olivia, la gattina persa a Milano in data 30 luglio, finalmente è tornata a casa.

Olivia è scivolata (secondo la mia teoria) dal balcone di casa di mio padre, la stessa sera che io e mio marito siamo partiti per le vacanze.

E sono rimasta ignara di ciò che era successo visto e considerato che mio padre non mi ha voluto avvisare dell'accaduto fino al mio ritorno.

Il 13 agosto, al mio arrivo, mio padre mi dice che Olivia non c'è più: comincia la nostra disperazione e cominciano le ricerche. In quel periodo Milano era deserta e le ricerche da un lato risultavano molto più facili dato il poco traffico e il silenzio che aleggiava per le strade della città, dall'altro molto più tristi.

Contattato ogni ente, ogni associazione, appeso volantini con la sua foto e relativi numeri di telefono: la disperazione aumenta.

Ogni momento libero della nostra giornata viene impiegato nelle ricerche, ogni nostro pensiero, fino allo stremo delle nostre forze. Ogni angolo della zona viene perlustrato ad ogni ora della giornata e della notte ma di Olivia non c'è traccia.

Dopo circa 10 giorni la città comincia a ripopolarsi, i primi vacanzieri ritornano e così cominciano le prime segnalazioni telefoniche.

Alcune sono incongruenti, altre sono tutte in una zona ben precisa del mio quartiere.

E così, tutte le sere, tutti i pomeriggi e tutte le mattine passo vicino alla zona più volte segnalata, la chiamo a squarcia gola, lascio il mio odore ovunque e spargo pappa ovunque, ma di Olivia non c'è traccia.

Le mi speranze si affievoliscono sempre più e l'idea di non trovarla diventa sempre più concreta.

Agosto è quasi al termine quando una sera passando per caso nei pressi della zona più volte segnalata e ormai strabattuta, intravedo una testolina bianca "è lei!" grido a mio marito che subito inchioda con la macchina, mi avvicino e sì, è proprio lei, appena mi vede miagola, si gira e a grande velocità si allontana.

La inseguiamo ma lei non vuole saperne, scappa veloce e si nasconde dentro a un cespuglio.

Dopo ripetuti richiami e in preda alla fame si avvicina, io nel contempo avvicino la gabbietta sempre a portata di mano da quando è sparita e riesco ad infilarla all'interno ma appena chiudo la cerniera si avventa come mai aveva fatto, il risultato 3 punti sulla mano e di Olivia non c'è più traccia.

I giorni successivi torniamo sul luogo del delitto ma niente lei non c'è.

I giorni intanto passano sono quasi due mesi che non ho più la mia bambina, quando una telefonata riapre le nostre speranze.

A pochi metri da casa nostra in una serie di villette a schiera, una signora ha visto un gatto che assomiglia molto a Olivia.

Subito ci precipitiamo ma la gattina, mentre noi siamo lì, non si va vedere.

Passati alcuni giorni, la gentile signora ci contatta nuovamente perchè secondo lei Olivia si è trasferita presso le loro abitazioni, ogni tanto, infatti, si fa vedere nei paraggi.

Devo dire che questa esperienza mi ha fatto capire quante persone buone e disponibili ci siano al mondo, sia verso le persone che verso gli animali.

Sta di fatto che a Milano il tempo peggiora, addirittura piove ininterrottamente per svariati giorni e le tracce di Olivia vanno perse del tutto.

Fino a venerdì 22 settembre quando una vicina di casa della signora che ci continua a chiamare, anch'essa persona molto gentile e cortese, ci consiglia di andare a portarle da mangiare nel pomeriggio a un orario preciso perchè lei la vede uscire a quell'ora dal suo nascondiglio.

Il sabato mi presento a casa sua all'ora indicata, comincio a chiamarla a gran voce: dopo pochi minuti una vocina sottile mi risponde: magra, malnutrita, debole, ma è lei.

Inizialmente è diffidente ma piano, piano, dopo ripetuti incoraggiamenti da parte mia si avvicina e non appena le porgo del cibo inizia a mangiare con una fame tale che non avevo mai visto, dopo poco comincia a riempirmi di baci, di fusa e di coccole, nella mia testa mi sono detta "è fatta" ma nulla da fare con la pancia piena ritorna nel suo nascondiglio e si mette a dormire.

Visti i progressi fatti in pochi giorni mi prometto che sarei tornata tutti i giorni ma che entro la fine della settimana avrei riabbracciato la mia piccolina.

Il giorno seguente infatti sono tornata e dopo pochi richiami eccola lì, riesco finalmente a farla scendere da quel tetto alto dove lei si rifugiava da chissà quanto tempo, le do da mangiare, le faccio le coccole e per magia riesco a farla entrare del trasportino.

Dieci minuti dopo la mia famiglia finalmente è riunita, felice e contenta nella nuova nostra casetta, dopo ben 55 giorni di sofferenze.

Ringrazio tutti di cuore, le persone che mi sono state vicine, voi, mi ringrazio anche da sola e mio marito per la nostra tenacia e caparbietà.

Daniela e Olivia - Milano (MI), 30 settembre 2005





| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |





 

Uso consentito su autorizzazione di: www.animalipersieritrovati.org