Pagina in lingua italiana Cette page n'est pas disponible en franšais This page is NOT available in English Diese Seite steht nicht auf Deutsch zur Verfügung Aiutaci con l'emergenza Abruzzo



Vuoi un regalino divertente?

Acquista MagnifiCat

APER diffida i media

Happy End 2005 > Pallina



| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |


Foto di Pallina

Quel 30 aprile era stato un sabato caotico: prima la scuola, poi c'erano i figli da accompagnare qua e là e c'era pure da fare la spesa per l'indomani, 1° maggio. Una macchina ci aveva tamponato nel traffico della sera: niente di grave, ma 2 ore di tempo perso. Fatto sta che neanche ricordo se Pallina quel giorno era rientrata all'ora di pranzo e comunque la sera non c'era.

Nessuna preoccupazione: non sarebbe stata la prima volta che non si faceva vedere. Sicuramente avrei sentito il suo miagolio alla porta, nella notte. E invece no. E neanche ci aspetta al nostro ritorno della Festa del Lavoratore. Ora sì che cominciamo a preoccuparci! Lunedì giriamo per il quartiere chiamandola. Parlo con i vicini e chiedo loro di guardare nei loro garage ecc. ma nulla. Chiamo i veterinari: niente.

Tutti mi dicono la stessa cosa: i gatti girano, si perdono e si fanno prendere da qualcuno. Ma la nostra Pallina non va mai lontano perchè è pure timida. Ha un territorio veramente piccolo. Però ci sono dei giardini nelle vicinanze dove non possiamo entrare e che non sappiamo a chi appartengano. Dopo un paio di giorni, stampiamo dei volantini che attacchiamo intorno a casa e nello stesso periodo scriviamo l'annuncio dello smarrimento su Internet.

La nostra zona è piena di gatti neri a quanto pare ma Pallina ha per fortuna il suo collarino: questo non scoraggia la gente dal chiamare persino per avvistamenti di persiani e siamesi. Ma niente. La tristezza delle figlie è insopportabile. Una sera ci chiamano quelli di "Animali Persi e Ritrovati" e ci spiegano che i gatti in genere restano entro un'area di 500 o al massimo 800. Quindi stampiamo una mappa della zona e vediamo che siamo arrivati già a 500 e quindi cominciamo ad allargare fino a 800.

Un pomeriggio siamo a casa (sono passati ormai 10 terribili giorni), quando mia figlia esclama "ma è Pallina". In effetti si sente un miagolio, ma non può essere lei, che ritorna come se nulla fosse! Corriamo tutti fuori in giardino. "Ma si, continua, ha anche il collare."

Guardiamo dove indica nel giardino del vicino e SI', È PROPRIO LEI!!!

Molto dimagrita, ha una ferita sulla zampa, non sa orientarsi e zoppica parecchio. Ma è lei e ci mettiamo a chiamarla all'impazzata!!! Piano, piano viene verso di noi, ma per arrivare dovrà fare un bel salto. Come farà???

In questo momento vediamo una ragazza in quel giardino e le chiediamo una mano. "Sì, un attimo" dice ed entra in casa! Noi aspettiamo e questa non si vede. Pallina così vicino ma irraggiungibile!!!

Forse la ragazza non ama i gatti o ha visto il taglio sulla zampa e le ha fatto ribrezzo?

Pallina pare che capisca che dovrà far da se... e fa un bel salto con tutti le sue forze!!! Subito in casa le diamo acqua e cibo e poi diritti filati dal veterinario; dichiara che è stata sicuramente investita e che si è nascosta tutti questi giorni fino a quando si è sentita capace di ritornare. Le lastre evidenziano un femore fuori posto, la colonna spostata e si deve quindi operare. Dice che le è andata bene...

Ora è la coccola di casa e sta riprendendo le forze prima dell'intervento.

Joanne e le figlie Francesca, Giorgia, Chiara, non dimentichiamo papà Dario e naturalmente Pallina - Roma (RM), 19 maggio 2005





| 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 |





 

Uso consentito su autorizzazione di: www.animalipersieritrovati.org